CHI HA RUBATO IL PREMIO ANDERSEN?

E’ nato un nuovo format ludico – teatrale per far conoscere ai bambini e ragazzi le persone che negli anni hanno vinto ilLogo Andersen premio Andersen. Tra scrittori, illustratori, librerie, associazioni e promotori ormai il Premio Andersen è sempre più un fiore all’occhiello per gli “addetti ai lavori” che si occupano di divulgare e promuovere la letteratura d’infanzia. Molti bambini e ragazzi lo conoscono, ma solo pochi sono a conoscenza di chi sono le persone che vincono questo premio e per cosa lo ricevono.  A tal proposito la scuola di teatro, “La Fabbrica d’Arte” di Galliate,  che promuove da 5 anni l’arte in tutte le sue forme attraverso le più disparate attività culturali rivolgendosi in particolar modo all’infanzia e all’adolescenza, ha inventato un nuovo format ludico-teatrale: CHI HA RUBATO IL PREMIO ANDERSEN.

Presso la biblioteca comunale di Galliate è stata messo in scena il format. I ragazzi al loro arrivo hanno ricevuto una nuova identità ed attraverso un gioco di ruolo teatrale hanno conosciuto tutti i personaggi che negli ultimi anni hanno ricevuto il premio Andersen. Interpretando uno scrittore, illustratore, una libreria, associazione, biblioteca, etc., molti ragazzi si sono sentiti coinvolti a tal punto di curiosare la vita e le opere di queste persone. Un invito non solo lettura ma un vero e proprio passaporto per un mondo nuovo dove il teatro viene usato come strumento per la libera e divertente conoscenza, apprendendo e curiosando nuovi libri, nuovi autori.

Il format  fa parte del progetto ‘Teatro in briciole’, lezioni commissionate dal corpo insegnanti da mettere in scena a seconda del programma di studio per scuole elementari, medie e biennio scuole superiori. Così facendo, dice Laura Pigozzo, art director della scuola: “il teatro viene usato come strumento per la libera conoscenza ed apprendimento di tematiche delle più disparate, scolastiche e non solo, dando a quest’ultime e al teatro un valore aggiunto. Facendo vivere i personaggi, i libri, le lezioni di persona tramite i ragazzi e i bambini, questi ultimi si avvicineranno al teatro portandosi piacevolmente per tutta la loro vita l’esperienza e la conoscenza. “

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: